Siglato CPPA tra Falck Renewables e Solvay

Contattaci
Chiudi

    Il team Falck Renewables - Next Solutions è a disposizione per rispondere alle tue domande.

    Confermo di aver letto e compreso l’Informativa sul trattamento dei dati personali e:

    Falck Renewables accompagnerà Solvay verso la transizione energetica con un nuovo CPPA

    Falck Renewables S.p.A. annuncia la firma di un Corporate Power Purchase Agreement (PPA) tra la sua controllata Falck Renewables Sviluppo S.r.l. – proprietaria di un progetto solare in fase di sviluppo in Puglia – e Solvay, Gruppo internazionale leader nel settore dei materiali avanzati e dei prodotti chimici di specialità.

    Quali sono i punti chiave del contratto?

    Il contratto, della durata di 10 anni, riguarderà circa il 70% dell’elettricità prodotta dall’impianto solare e rappresenta un quantitativo pari al fabbisogno elettrico di quattro siti italiani di Solvay: Bollate, Ospiate, Livorno e Rosignano – Unità produttiva Perossidati. Questo permetterà una riduzione delle emissioni annue di Solvay di oltre 15.000 tonnellate di CO2, in linea con la strategia di sostenibilità Solvay One Planet.

    Una volta in esercizio, il progetto (41,1 MW), in provincia di Foggia, produrrà circa 70 GWh di energia all’anno, equivalente al fabbisogno annuo di circa 26.000 famiglie [1]. 

    Il progetto, che prevede al momento anche un sistema di accumulo di 10 MW/20 MWh, è ideato per consentire l’integrazione in situ di produzione elettrica rinnovabile e sfruttamento agricolo. Il disegno attuale prevede l’alternanza di filari di pannelli solari e filari di ulivo di diverse varietà, inclusa la Fs-17, resistente al batterio della Xylella. Il piano prevede che la gestione dell’uliveto verrà affidata a operatori specializzati locali, anche organizzati in impresa sociale, che beneficeranno dell’attività agricola, consentendo la creazione di reddito e di nuova occupazione in Puglia.

    La parola ai soggetti coinvolti

    Il progetto di Falck Renewables è tra i più innovativi nell’ambito della valorizzazione delle energie rinnovabili. Questa è la linea intrapresa dal nostro Gruppo per l’ottimizzazione delle risorse: l’energia è una componente fondamentale per tutte le nostre attività industriali. Siamo orgogliosi che la maggior parte dei nostri stabilimenti italiani sarà presto alimentata con energia solare. Il nuovo impianto pugliese sarà anche integrato con una coltivazione di ulivi: questo ci piace ancor di più, perché l’inclusione nel territorio è una delle nostre priorità, ovunque operiamo”, ha commentato Marco Colatarci, Country Manager di Solvay in Italia. 

    “Il nostro obiettivo con questo progetto è trovare una sintesi tra investimenti in tecnologia e in agricoltura al servizio dei nostri clienti industriali. Siamo soddisfatti di contribuire al raggiungimento degli obiettivi di sostenibilità di un’importante realtà industriale come Solvay”, ha commentato Toni Volpe, Amministratore Delegato di Falck Renewables.


    [1] Calcolato sulla base di un consumo medio per famiglia di 2.700 kWh/anno (Arera – https://www.arera.it/it/dati/ees5.htm).